C R O M A T U R A  &  Z I N C A T U R A

Chi Siamo

L’Azienda di Verniciatura e Cromatura Guido Corsi vanta più di cento anni di attività nell’ambito della:
CROMATURA, VERNICIATURA, NICHELATURA, SATINATURA e PULITURA metalli.

Aperta nel 1901 la Ditta Guido Corsi, già nel 1926 venne premiata dell’onorificenza con la Medaglia d’Oro alla 3° Fiera Biennale Campionaria.
Già a quei tempi vantava un organico di 15 operai e nel 1945 venne rilevata dal il Sig. Inaco Sbrana nonno dell’attuale Titolare.
Nel 1958 la Ditta Guido Corsi, visto l’aumento del lavoro dovette ampliare gli spazi e si trasferì fuori dall’originale sede che si trovava inizialmente nel centro storico della città di Lucca.

Visto le richieste dei clienti dal quel momento la ditta aggiunse alla lavorazioni iniziale di Cromatura e Nichelatura quella di Verniciatura.
Negli anni ’60 dopo aver terminato gli studi , il figlio di Inaco, Guido è entrato nell’organico dell’azienda con la qualifica di verniciatore.

La ditta Guido Corsi ha fornito e fornisce i suoi servizi a prestigiosi marchi quali: Alfa Romeo FIAT Cicli GANNA Moto Guzzi GILERA ITALCANNA ASADENTAL COLGED SEEI.

La crescita del fatturato imponeva di accontentare i Clienti in minor tempo possibile da qui la scelta di assumere nuovo personale dipendente fino a raggiugere uno staff di 25 persone.
Nel 1990 dopo ripetute richieste il Sig. Guido Sbrana decise di ampliare l’azienda aggiungendo un impianto di Zincatura.
Nel 2011 la tradizione a conduzione famigliare inseriva il Figlio di Guido, Alessandro, che dopo aver appreso tutte le tecniche di lavorazione prima come dipendente e poi come braccio destro del padre.
Nel 2016 l’attuale Titolare Alessandro Sbrana rileva l’azienda del padre, per arrivare ad oggi dove la ditta si è portata al passo dei tempi rinnovando l’azienda per porsi sul mercato con professionalità e competizione

“ Realizziamo pezzi meccanici su misura siamo precisi e puntuali, spediamo in tutta Italia contattaci per maggiori informazioni"

Guido Sbrana

La cromatura è un processo di elettrodeposizione del metallo cromo su substrati nichelati ottenuto attraverso soluzioni acquose acide a base esavalente e trivalente e con specifici additivi, utilizzato per scopi tecnico-decorativi in diverse applicazioni.

Scopo tecnico-decorativo: la cromatura è usata per le sue caratteristiche di inossidabilità, di lucentezza, di resistenza a corrosione, usura, abrasione e graffiatura. Gli oggetti assumono eccellenti caratteristiche estetiche e decorative tramite finiture lucide, opache, satinate ed anticate.

Aspetto simile all’acciaio INOX con riflessi azzurri, brillante, semilucido, opaco e satinato.

Esistono due processi di cromatura:
Cromatura da bagni di cromo esavalente: la deposizione di cromo per via elettrolitica trova largo impiego sia come cromatura decorativa che cromatura funzionale. L'elettrolita più comunemente impiegato è una soluzione a base di cromo esavalente ma, date le sue caratteristiche di tossicità, si sono sviluppati processi alternativi ecocompatibili a base di cromo trivalente, che consentono di risolvere/ridurre le problematiche igienico-ambientali.
Cromatura da bagni di cromo trivalente: la deposizione di cromo trivalente, nota anche come tricromo, ad oggi si propone come alternativa valida sostanzialmente per applicazioni di tipo decorativo o per impieghi in cui non siano richiesti spessori di cromo superiori al micron. Il processo si differenzia da quello tradizionale (cromo esavalente) per la composizione chimica della soluzione e per gli anodi impiegati.
Ci sono sostanzialmente 3 configurazioni di bagni: elettrolita a base di sali al cloruro, elettrolita a base di sali al solfato, elettrolita misto a base di sali al solfato e cloruri. Si utilizzano anodi insolubili di grafite per evitare il fenomeno di ossidazione del cromo agli anodi.

Cromatura

La cromatura può essere effettuata in vari modi:
Cromatura a caldo
Cromatura a freddo
Procedimento galvanico (Cromatura galvanica)
Cromatura a spessore ottenuta tramite processo galvanico, per ridare un determinato spessore ad un oggetto, sempre di ferro o acciaio, consumatosi durante l'utilizzo e rendendolo idoneo al reimpiego, sfruttando le caratteristiche di durezza del cromo, previa rettifica del pezzo stesso.
Questo procedimento è utilizzato ad esempio, negli inserti mobili degli stampi per l'estrusione dell'argilla, nell'industria laterizia, che si consumano per il continuo sfregamento con l'impasto di terra estruso ad alte pressioni.
Il processo di cromatura tradizionale (in uso nel campo dell'arredamento) prevede l'immersione del pezzo da cromare in una serie di bagni. In una prima serie di questi il pezzo viene sgrassato e pulito. Tra questi si ricordano i principali: soluzione elettrolitica di soda caustica, soluzione elettrolitica di acido cloridrico con relativi bagni di lavaggio. Il bagno principale (dove il pezzo sosta più a lungo) è quello della soluzione elettrolitica di nichel. Nei fatti, prima del riporto di cromo, è importante creare uno strato di nichel che uniformi il più possibile la superficie metallica a livello microscopico. Dopo un ulteriore lavaggio avviene l'immersione nella vasca della soluzione elettrolitica del cromo. Negli ultimi anni, oltre al cromo esavalente, si usa sempre di più il cromo trivalente, definito 'ecologico'. Esiste poi la cromatura satinata (opaca) per la quale il processo è simile tranne che per l'ultimo bagno dove, con l'uso di particolari olii, si creano delle microbolle uniformemente distribuite sulla superficie del pezzo che danno il caratteristico aspetto opaco alla superficie stessa.
Cromatura flash: questa tecnica consente il deposito di piccoli spessore di cromo (3-7 μm), senza la necessità di operazioni successive di rettifica. Il processo richiede correnti molto elevate, ma tempi più ridotti rispetto alla cromatura tradizionale. Questo permette una produttività piuttosto elevata (300-400 pz/ora) e l'utilizzo di vasche molto più contenute (anche 30 l). È utilizzato per la cromatura di piccoli particolari (ad es. valvole di aspirazione/scarico di motori).

Nichelatura

La nichelatura è un trattamento superficiale a cui possono essere sottoposti alcuni materiali. Si distingue in due metodi di lavorazione, nichelatura elettrolitica e nichelatura chimica. Lo scopo del trattamento è quello di modificare le caratteristiche superficiali dei materiali lavorati (durezza, resistenza ad agenti esterni, ecc.).

La nichelatura elettrolitica, a causa del metodo di lavorazione utilizzato, può essere eseguita esclusivamente su materiale metallico, che immerso in bagni specifici, viene ricoperto tramite un passaggio di corrente elettrica che trasporta atomi da barrette di materiale puro al materiale che si vuole ricoprire.

La nichelatura chimica è eseguibile su materiali diversi (metallo, vetro, plastica) e si differenzia dalla elettrolitica perché il riporto di nichel segue esattamente la geometria del pezzo. Per questo su pezzi meccanici che richiedono una precisione estrema, la nichelatura chimica è ampiamente preferita a quella elettrolitica.

Zincatura

La zincatura è il processo con cui viene applicato un rivestimento di zinco su un manufatto metallico generalmente di acciaio per proteggerlo dalla corrosione galvanica: esso infatti limita la formazione di micro-celle elettrolitiche ad azione anodica nei bordi di grano.
Lo zinco è meno elettronegativo (cioè meno nobile) dell'acciaio, quindi, in caso di rotture o porosità del film protettivo, esso stesso diventa l'anodo sacrificale nella corrosione elettrolitica e si consuma se c'è chiusura delle linee di campo.
Il processo di zincatura può avvenire secondo queste metodologie:
zincatura a caldo; zincatura a caldo continua.
zincatura elettrolitica; zincatura a freddo; zincatura a spruzzo.
Va fatta attenzione al fatto che gli impianti che effettuano i trattamenti a caldo sono detti zincherie mentre quelli galvanici sono detti zincature.

Bianca

Con l’ entrata in vigore della normativa ROHS, la zincatura bianca (o azzurra) è composta da Cromo Trivalente e non più da quello tossico e cancerogeno.

Gialla

Detta anche zincatura gialla o iridescente, è esente da cromo esavalente e coloranti ed offre un’ottima resistenza alla corrosione.

Nera

La zincatura nera non offre particolare protezione alla corrosione si evidenzia dal suo aspetto lucido e chiaramente dalla colorazione nera.

Lavorazioni in Serie

Essendo in presenza di molti pezzi da lavorare (SERIE), si procede alla suddivisione della serie in tanti lotti, messi in lavorazione a scadenze fisse in base a calcoli di convenienza economica. In questo caso si parla di LOTTI RIPETUTI. La preparazione e la riorganizzazione della lavorazione, quando si passa da un lotto a un altro, può richiedere notevole tempo e lavoro complesso: l’impresa deve studiare se ha più convenienza a produrre parecchi piccoli lotti consegnati subito, appena finiti, oppure lotti più grandi addossandosi i costi della giacenza a magazzino e degli interessi passivi sul capitale investito.

Lavorazioni a Misura

L’esperienza maturata nel nostro settore ci permette di adattarci flessibilmente alle specifiche richieste che riceviamo.

Infatti il nostro punto forte è riuscire a risolvere i problemi ai nostri clienti.

Lavorazioni di Particolari

Settore particolare della nostra attività, nato dall’esperienza nel settore galvanico e che conserva la natura artigianale della Guido Corsi, è quello del restauro.

La conoscenza dei materiali, il supporto di pulitori di metalli tra i più abili della nostra regione, i bagni galvanici controllati costantemente e gli operatori professionalmente preparati, ci permettono di riportare a un nuovo splendore la maggior parte dei componenti precedentemente cromati, in particolare di auto e moto d’epoca.

Rame

I processi produttivi per passare dal minerale al metallo puro, descritti in seguito, riguardano il caso dei minerali solforati, che sono i più disponibili. Dopo l'estrazione in miniera, i minerali vengono frantumati e macinati per ottenere una granulometria adatta agli stadi successivi, in cui si separano gli inerti dalle frazioni ricche in rame.

Ottone

L'ottone è una lega ossidabile formata da rame (Cu) e zinco (Zn), simile all'oricalco.
Bisogna distinguere tra ottoni ternari, costituiti da rame e zinco, e ottoni quaternari, in cui è presente un quarto elemento chimico caratterizzante la lega o altri ottoni binari in cui sono presenti altri elementi chimici.

Ferro

Il ferro è il metallo in assoluto più usato dall'umanità, rappresenta da solo il 95% della produzione di metalli del mondo. Il suo basso costo e la sua resistenza (nella forma detta acciaio) ne fanno un materiale da costruzione indispensabile, specialmente nella realizzazione di automobili, di scafi di navi e di elementi portanti di edifici.

Minuteria

Le minuterie metalliche sono elementi torniti complessi e di piccole dimensioni che hanno bisogno di un alto livello di precisione e cura dei particolari. Le minuterie sono le parti più piccole in cui è possibile scomporre i sistemi meccanici, dagli ingranaggi più semplici fino ai dispositivi più articolati.

Slide Show dei nostri lavori

Guido Corsi Cromatura & Zincatura - Via di Salicchi 944 Lucca
- Tel: 058391387 - Fax: 0583466196 - P.I.
Orari: Aperto dalle 8 alle 12 - dalle 14 alle 18 Uffici.

STILESTILE